sabato 7 marzo 2015

Mafia Capitale: presentata la memoria ora si proceda

La prima parte della memoria è dedicata agli amministratori coinvolti nell’inchiesta della Procura di Roma “Mondo di mezzo”. Si parte da Daniele Ozzimo, assessore alle politiche abitative della giunta Marino. Vengono riportate intercettazioni e atti di indagine, per concludere: “Ozzimo diventa interlocutore diretto dell’associazione criminale all’interno della giunta Marino”. Ozzimo è indagato per corruzione e si è dimesso appena avuta notizia dell’inchiesta che lo riguarda. L’altro esponente di maggioranza, è Mirko Coratti, presidente del consiglio comunale, indagato per corruzione che ha lasciato il suo incarico. Nella memoria si legge “Coratti è indagato per atti compiuti anche durante la corrente amministrazione Marino”. E' dunque chiaro il coinvolgimento dei rappresentanti della maggioranza e di quelli dell'opposizione nell'inchiesta su "Mafia Capitale" come sostenuto nella memoria ‪consegnata al prefetto Pecoraro. “Sciogliere il consiglio comunale di Roma per condizionamento mafioso”. E’ questa la richiesta al prefetto di Roma, formulata dal MoVimento 5 Stelle

DAL FATTO QUOTIDIANO

2 commenti:

  1. Vadano a Casa subito

    RispondiElimina
  2. Mafia Capitale.? ... Capitale della Mafia/potere.Politico Italico. Lo dimostra l'esplosione a morte del Magistrato Falcone e poco dopo di Borsellino.
    VENISSE ACCA' UNO STALIN.!

    RispondiElimina