Una Mostra unica

giovedì 28 luglio 2022

Il Pd non è un partito progressista che vuole tutelare la salute del pianeta

I fatti di questi ultimi mesi sono chiari. Non è contro i poveri, ma rimane inerme quando invece sarebbe possibile aiutarli. È un partito conservatore che si schiera contro i valori dell’innovazione. Invece di abbracciare i nuovi fenomeni culturali, pensa al vecchio che più vecchio non si può. Il partito delle trivelle e del carbone, dell’incenerimento dei rifiuti. 

Il partito che fatica a sostenere il Reddito di cittadinanza, una misura che ha aiutato più di un milione di poveri in Italia. Allora il "voto utile" è quello dato a chi è coerente e rispetta il patto elettorale con i cittadini, come abbiamo fatto noi. E non quello dato a chi dice una cosa oggi per farne un’altra domani. Il Pd, ahimè, appare un partito qualunque guidato da un Renzi qualunque.

martedì 12 luglio 2022

Io sono e sarò sempre un attivista del Movimento 5 Stelle

In tredici anni ho aperto e chiuso il gazebo per le strade della città, d'inverno e d'estate, con la pioggia e con il sole. L'ho fatto con piacere, con onore, con lealtà e onestà. Lo faccio ancora in questi giorni. 

Faccio l'attivista, ma senza trascurare il mio ruolo di portavoce, mai. Un ruolo con tanti oneri e pochi onori, ma tra quei pochi onori, c'è sicuramente il fatto di essere la vostra voce all'interno delle istituzioni. Questo è quello che ho detto oggi a un giornalista che voleva parlare della mia candidatura al Consiglio Nazionale del Movimento 5 Stelle. E quando ha parlato degli altri candidati come miei “avversari”, gli ho subito chiarito una cosa importante. Domani, 12 luglio, giorno della votazione online, non siamo candidati l’uno contro l’altro, ma l’uno insieme all’altro. Per me le persone che hanno passato il turno non sono rivali da battere, ma amici con cui potrò lavorare duro, comunque vada. Sono certo che chiunque verrà eletto farà il massimo per la nostra comunità.

martedì 5 luglio 2022

Mi candido al Consiglio Nazionale del Movimento 5 Stelle.

Mi candido al Consiglio Nazionale del Movimento 5 Stelle. Ma non per entrare nelle "alte sfere", per prendere una poltrona. Mi candido come Voce del mio territorio, perché voglio rappresentare il Centro Italia. Un territorio che per me all'inizio era Ostia, il litorale romano, dove mi sono formato come attivista e ho lottato per quello in cui credo. 

Con Virginia Raggi, il mio "territorio" è diventato un po' più grande: insieme abbiamo governato tutta Roma. Abbiamo creato la più rilevante esperienza amministrativa nella storia del Movimento, facendo ripartire una Capitale bloccata sotto il peso dei clan e dei partiti. Sono stato attaccato per questo, continuamente e con i peggiori mezzi, ma ho imparato ad andare avanti a testa alta. Sempre. Ora il Movimento che mi ha cresciuto, come attivista e come persona, è in una fase difficile. Mi sono chiesto cosa posso fare io per farlo stare meglio: la risposta è che devo rendere ancora più grande il mio "territorio". Lottare per più persone ancora. 

 Per questo voglio diventare delegato per il Centro nel Consiglio Nazionale. Voglio portare tutta la mia storia e condividerla con chi avrà voglia di ascoltarmi. Voglio imparare da chi ha altre storie da condividere. Ma soprattutto, voglio che il Movimento 5 Stelle riparta dall'attivismo, dalla base. E la base del Movimento sono io e siete voi. Per questo vi chiedo di starmi al fianco anche in questa nuova sfida.

venerdì 24 giugno 2022

Avanti tutta!

Il Movimento 5 Stelle è il luogo dove ho sofferto. Il Movimento 5 Stelle è il luogo dove ho perso. Il Movimento 5 Stelle è il luogo dove ho vinto. Insieme abbiamo fatto cose incredibili e voglio continuare a farle, con voi, finché ne avrò la forza. L'esperienza fatta in Campidoglio è stata straordinaria è mi ha lasciato una corazza. Le mie radici sono troppo forti e non si estirpano. Sono stati due giorni difficili in cui ho dovuto metabolizzare quanto accaduto. Io non condivido la scelta che Luigi Di Maio e diversi parlamentari hanno fatto, ma non dimenticherò le amicizie e il percorso intrapreso insieme a loro; però dico che quei momenti importanti per me esistono e hanno un valore solo nella nostra casa. Le diversità di opinioni devono rimanere perché sono un valore aggiunto per tutti noi, e continuerò a battermi per questo, ma oggi abbiamo un capo politico voluto dal 95% dei nostri iscritti. Giuseppe Conte e Beppe Grillo hanno bisogno del nostro supporto. Sostenere loro significa aiutare il Movimento 5 Stelle, aiutare la base. E io la base non la lascerò mai sola. Mai!

giovedì 2 giugno 2022

La mia settimana a 5 stelle - Uscita n. 10

Eccola qui! ‘La mia settimana a 5 stelle’ la potete scaricare qui. Senza sosta. Dobbiamo informare più persone che possiamo. 

Condividila con i tuoi amici, tramite i canali social, nelle chat o stampala per distribuirla. Scarica il formato digitale

domenica 29 maggio 2022

Una alternativa all'inceneritore è possibile

In questo mattoncino vetroso ci sono trenta sacchetti di rifiuti; senza emissioni e senza bruciare nulla. Le alternative ecosostenibili all'inceneritore ci sono. Ciò che manca a Gualtieri e alla sua Giunta è la volontà di individuarle e metterle in pratica. Oggi ci sono i soldi, i poteri speciali e le condizioni a differenza di prima. Facciamoci valere. Noi non ci arrendiamo all'idea di un ecomostro che inquini l'ambiente in cui vivono i nostri figli, le nostre famiglie, i nostri affetti più cari. 

Per questo, oggi siamo a Gioia del Colle (Bari) per studiare con i nostri occhi la tecnologia di ossicombustione utilizzata presso un impianto rivoluzionario. Una metodologia di smaltimento ecosostenibile e a impatto zero, in grado di annullare ogni emissione nociva. 

Facciamo ciò che avrebbe dovuto fare anche la maggioranza: prendere a cuore la salute dei cittadini e scovare soluzioni che consentano di adempiere con efficacia allo smaltimento dei rifiuti senza danneggiare i cittadini. NO all'inceneritore. SI all'economia circolare e alla transizione ecologica.