domenica 10 gennaio 2021

Il mercato sociale è una vera rivoluzione

Quando abbiamo pensato di istituire il primo ‘mercato sociale’ sapevamo che sarebbe stato un pezzo di cuore della città. Abbiamo scommesso sulla sensibilità dei romani e Roma ha vinto. E’ il primo esempio dove un’amministrazione entra in prima linea con una attività diretta di contrasto alla povertà; non credo ci siamo esperienze simili in tutto il paese. Guardate queste immagini; è la raccolta alimentare per i box dell'Appagliatore, nel Municipio X, e di San Romano, nel Municipio IV. 

Presto tutti i quartieri avranno un posto dove chi ha bisogno potrà fare la spesa gratis. Pensate, in un solo giorno, sono stati raccolti 3500 kg di alimenti nel decimo municipio e 2770 kg nel quarto per un totale di 6300 kg di generi e prodotti di prima necessità. Le persone hanno donato farina, sale, zucchero, pasta, biscotti, tonno, legumi e carne in scatola, ma anche prodotti per l’igiene e per i bambini. Andranno alle famiglie bisognose. Le più povere. 

Tutto andrà nei box all’interno dei mercati che abbiamo dedicato alle persone in difficoltà. Il mercato si rifornisce con queste iniziative e con acquisti diretti dell’amministrazione, all’interno lavorano dipendenti di Roma Capitale e tutto è seguito dai servizi sociali municipali. Dobbiamo ringraziare, inoltre, le Associazioni, la Protezione Civile e ai volontari che ci aiutano nella raccolta. Roma non dimentica chi da solo non ce la fa, adesso più che mai.

E' fatta, Selva Candida avrà la sua rigenerazione

E qualcuno dice che Roma non sta cambiando! Dopo anni di attesa mettiamo ordine in un iter procedurale sgangherato che abbiamo ereditato dalla precedente amministrazione. Con un cambio dello strumento urbanistico la Giunta ha approvato la delibera di adozione del Programma integrato di Selva Candida; abbiamo così mantenuto la promessa fatta ai cittadini che avranno la rigenerazione complessiva del quartiere, con la realizzazione di una rete di mobilità e la riorganizzazione dei servizi in un'area prevalentemente residenziale. 

Un programma che genera 20 milioni di euro di oneri che permetteranno di programmare importanti lavori e di realizzare una serie di infrastrutture essenziali dal punto di vista urbanistico e ambientale per un intero quadrante del territorio. Un risultato raggiunto grazie al lavoro di molti attori sia in Campidoglio che nel Municipio.

Partono i lavori per riqualificare l'EX Gil di Ostia

La Polizia di Roma Capitale verrà trasferita nella nuova struttura e smetteremo di pagare più di 1 milione di euro di affitto ad un privato. Quando diciamo una cosa la facciamo e l’Ex Gil di Ostia, a Corso Duca di Genova, rinascerà. Abbiamo assegnato in modo definitivo all’impresa vincitrice i lavori e vogliamo partire entro pochissimo; gli uffici stanno lavorando per questo. 

E’ stato un lavoro di progettazione complesso che ha visto l’amministrazione vincere un bando ministeriale di 13 milioni di euro che serviranno a trasformare l’edificio nella nuova caserma. Inoltre, l’immobile ospiterà l’Ufficio del Giudice di Pace: un presidio di legalità al centro di Ostia e, sempre al suo interno, è prevista una Sezione Smart City, ovvero un luogo dove mettere a regime un insieme di strategie di pianificazione urbanistica tese all'ottimizzazione e all'innovazione dei servizi pubblici così da mettere in relazione le infrastrutture del mare di Roma. La città sarà più bella, le persone più sicure e i soldi risparmiati verranno spesi in servizi a favore dei cittadini di Roma.

venerdì 8 gennaio 2021

Lega bugiarda

Esistono molte categorie di bugie a Roma: la bugia semplice, quella complessa, le previsioni del tempo e i comunicati ufficiali di Politi e Bordoni. Le sparano così grosse che servirebbe un vaccino per difendersi anche dalle fregnacce della Lega. Continuano a parlare del sistema dei campi rom di Roma Capitale da loro ideato e direi anche realizzato imputando agli altri le responsabilità. Rinfreschiamo loro la memoria ricordando che tutto è nato nel 2008 da Maroni e da Alemanno; il primo Ministro il secondo Sindaco di Roma. I romani per questa genialata hanno speso fino a 30 milioni l'anno. Soldi che potevano essere spesi per i più deboli e per risolvere definitivamente il problema. 

 Poi ci siamo noi che abbiamo già chiuso Camping River, Foro Italico e Schiavonetti. Siamo in dirittura d'arrivo per chiudere la Barbuta e Monachina. La Lega e Fratelli d’Italia possono solo nascondersi perché non li hanno solo aperti ma anche foraggiati, sprecando milioni di euro di soldi pubblici. 

martedì 5 gennaio 2021

San Basilio: La verità è che non ci ha messo mano mai nessuno

Sono i luoghi abbandonati che si trovano nel quartiere San Basilio. Situazioni che hanno spaventato tutti ma non hanno intimorito noi. Parlo di circostanze come questa dove un’area di 600 metri quadri ospita un circolo bocciofilo abusivo, fatiscente e con allacci illegali. Guai a metterci mano! Nessuno si è mai accorto di nulla ma era costruito su un’area verde senza alcuna autorizzazione. 

L'abbiamo sequestrata e la riconsegneremo ai cittadini. La nostra è una politica che non chiude gli occhi, lavora alla luce del giorno e ci mette la faccia perché solo così si riconquista la fiducia delle persone in quei territori inascoltati sempre da tutti. San Basilio sta rialzando la testa, ritrovando la legalità e il coraggio di reagire insieme a questa amministrazione. E’ la prima volta!

lunedì 4 gennaio 2021

Poi dici che non rivoti la Raggi

Questo grafico dovrebbe fare il giro del mondo. I ‘professori’ che oggi attaccano Virginia Raggi non solo facevano miliardi di debito negli anni passati, ma addirittura non li pagavano. A Roma noi non abbiamo fatto un centesimo di debito e abbiamo pagato anche quelli degli ‘scienziati’ di prima. Questi sono i debiti fuori bilancio riconosciuti dall'Assemblea Capitolina in questi anni perché se vi metto il totale di quelli fatti da quelli 'bravi' rischio di rovinarvi il 2021.