martedì 24 novembre 2020

Informazione malsana e cittadini presi in giro

Continuo a ripetere che il modo di fare comunicazione da parte di certi giornalisti è malsano. Il mare di Roma è un cantiere aperto – ci sono lavori ovunque - e di emblematico c’è l’abbandono del buonsenso e dell’educazione giornalistica da parte di alcuni. 

Il livello di strumentalizzazione continua da parte di certa informazione è un colpo all’imprenditoria sana della città, ai commercianti e a chi spera in un territorio migliore. Lo penso veramente. 

Personalmente, alcuni giorni fa, ho richiesto alla parte politica di ripristinare la scritta nei giardini di piazza Anco Marzio e il municipio si è attivato immediatamente. Rimane l’amarezza di trovarsi davanti il delitto perfetto che uccide il rilancio del mare di Roma. Qualcosa che fa male ai bravi cronisti che fanno il loro lavoro ma soprattutto a chi investe per il nostro futuro.

domenica 22 novembre 2020

Non trascuriamo nulla e il Piano Foglie è partito

Certa carta stampa prezzolata non ha a cuore la salute e la sicurezza della propria cittadinanza e continuamente distribuisce menzogne e rifila pacchi ai cittadini. Bugie sulla nostra azione amministrativa arrivando a dire che sul litorale è prevista la pulizia dalle foglie di una sola strada. Dovreste vergognarvi! Non trascuriamo nulla ed infatti prosegue il Piano Foglie messo in campo da Ama su più di 1.000 arterie stradali della Capitale

Le spazzatrici, particolarmente indicate per la rimozione del fogliame da cigli e bordi stradali, negli ultimi due giorni si sono concentrate sui tratti alberati di 150 strade dislocate nei 15 Municipi di Roma, da nord a sud e da est a ovest. Continuiamo a lavorare senza sosta e siamo convinti che i cittadini non si faranno gabbare da certi personaggi che invece di informare vendono frottole e panzane.

sabato 21 novembre 2020

Inizia il percorso per la salvaguardia delle dune e delle spiagge di Capocotta

Per questo abbiamo stanziato 250 mila euro per interventi di manutenzione e riqualificazione dell’area. Straordinario! Lavoreremo sulla fascia delle dune che sono state schiacciate dalle auto che vengono parcheggiate lungo la strada e sugli accessi alla spiaggia sottostante. 

In particolare, effettueremo la rimozione dei rifiuti sulle dune retrostanti. Inoltre, posizioniamo 3 chilometri di nuova recinzione che sostituisce quella danneggiata lungo la strada litoranea e realizzeremo, all’interno, una nuova staccionata in legno per delimitare le dune e tutto l’arenile. Un bel progetto che prevede il posizionamento della segnaletica per indicare l’ingresso ai chioschi e la sistemazione delle passerelle di accesso. Contrastiamo tutti quei fattori che mettono a rischio la sopravvivenza della vegetazione tipica di questi ambienti naturali ma soprattutto le rendiamo più accoglienti e più belle.

giovedì 19 novembre 2020

Informazione e partiti dalla parte delle bugie. La pista ciclabile non si tocca!

Il conducente era positivo all’alcol test e alla guida di una vettura sotto sequestro amministrativo ma per gli sciacalli, imbranati e gente senza cervello la colpa è della pista ciclabile sul mare di Roma. Una macchina che si gira su se stessa ha rispettato il limite di velocità di 30 chilometri orari? Inoltre, in fase di sorpasso si valuta la possibilità che l’auto abbia urtato violentemente sulla macchina che tentava di superare A DESTRA. 

Dico che certa gente dovrebbe vivere a Ushuaia, un posto soprannominato “la fine del mondo” ma sarebbe troppo bello anche questo per loro. Sono molto dispiaciuto per i ragazzi e auguro loro una pronta guarigione, ma odio chi specula sulla pelle delle persone e sugli incidenti stradali. Agli ipocriti dico che l'incidente sul lungomare non c’entra nulla con la pista ciclabile davanti alle spiagge di Ostia e che si dovrebbero vergognare. Politici da quattro soldi, giornalisti d'accatto e persone cattive che vogliono il male di Roma.

 

E niente continuano a raccontarla come gli conviene. L’informazione con la passione per la pista ciclabile transitoria del lungomare di Roma diventa ossessiva. Invece di chiedere scusa per aver diffuso informazioni approssimative, non verificate e offensive per il lavoro di questa amministrazione – un po’ come fossero un partito politico – continuano a dire cose inesatte senza chiedere a chi amministra notizie e informazioni. Intanto ribadiamo che l'incidente della scorsa settimana non è stato un 'Pauroso incidente a causa della pista ciclabile' come loro avevano titolato ma un incidente causato da una persona positiva all’alcol test e alla guida di una vettura sotto sequestro amministrativo e che sfrecciava sul lungomare.

Detto questo quando nell'articolo viene rimesso in discussione qualcosa che è stato ampiamente chiarito con comunicati stampa significa che i peperoni non li avete digeriti. La pista ciclabile transitoria a breve diventerà definitiva con la buona pace di tutti, anche di chi non ha nulla da fare oltre a raccontare baggianate. Il progetto definitivo, realizzato da Risorse per Roma, e approvato, prevede la rimozione dei parcheggi che verranno recuperati nelle piazze e nella corsia parallela. 

La pista ciclabile oltre ad un nuovo tappetino avrà tutti gli elementi di sicurezza, oltre una serie di altri interventi che un giornalista può trovare con un minimo sforzo. A differenza della pista ciclabile transitoria, quella definitiva necessita di pareri delle strutture competenti, così chiariamo ulteriormente anche questo. Mettere in dubbio, lanciare sospetti e rimarcare il nulla è solo un modo che classifica lo spessore di certa informazione. C’è il buono mobilità, compratevi una bicicletta! 

 

La ciclabile sul mare di Roma non si tocca! Lega, Fratelli d'Italia e gente poco seria stanno cercando di fermare il cambiamento. Bugie, falsità e attacchi continui. Per questo ho comprato una GROSSA CATENA e un LUCCHETTO. Non ci riusciranno, ma se servirà sono già pronto ad incatenarmi alla pista per proteggere la bellezza di questa idea. Le macchine che serviranno a cancellare il futuro dovranno passare prima sopra di me.

 

Vogliono cancellare la pista ciclabile sul mare di Ostia e toglierla ai bambini. Finalmente le famiglie possono pedalare in sicurezza davanti al mare, ma a Fratelli di Italia, alla Lega e a certa informazione non va bene. Guardate questa foto. Guardate questi bambini. Voglio dirvi che non glielo permetteremo!

martedì 17 novembre 2020

Gli avanzi della vecchia politica a Roma finiscono nel secchio

Le immagini possono raccontare la storia di un luogo e non mentono. Mai! Queste sono le tubature dell'impianto idraulico della Fontana dello Zodiaco; le abbiamo appena sostituite nell'ambito della riqualificazione completa de 'La rotonda' a piazzale Cristoforo Colombo. 

Le disattenzioni e la sciatteria del passato le dovremmo racchiudere in delle gigantografie da mettere in vista all'entrata di Ostia - come monito - affinché questo non capiti più.

domenica 15 novembre 2020

Il mio intervento agli Stati Generali del Movimento 5 Stelle

Questo è il mio intervento agli Stati Generali. Il MoVimento 5 Stelle deve trovare il modo di essere ancora di più vicino alla base perché è chiaro che la struttura che ci siamo dati – quella che ci ha dato tante soddisfazioni - oggi non ci basta più. Dobbiamo spingere l’acceleratore sui temi ambientali, quelli del lavoro e dell’assistenza sanitaria, dobbiamo trovare idee per aiutare le imprese, proprio in questo momento terribile dove tutto sta cambiando per colpa del virus. 

Dobbiamo scrivere nella nostra agenda politica in neretto la parola 'siamo contro la burocrazia'. E visto che tutto cambia velocemente intorno a noi lo dobbiamo fare guardando ai prossimi 50 anni perché negli enti locali se progetti oggi, realizzi tra 5 anni - e quello che hai pensato - diventa subito vecchio.