mercoledì 27 maggio 2020

SEAPASS - IL MARE DI ROMA

Questa è la palina che troverete piantata sulle spiagge libere di Roma. Indicherà dove stazionare e quindi lo spazio disponibile sugli arenili in modo conforme a quanto previsto dalla normativa. Ogni palina garantirà l’utilizzo di uno spazio di 25 mq e potrà contenere al massimo 6 persone. Vogliamo consentire ai cittadini un accesso alle spiagge di Roma in totale sicurezza e nel rispetto delle regole previste dalle norme nazionali e regionali. 

Poi si potrà anche usare l’applicazione SEAPASS - IL MARE DI ROMA per monitorare in tempo reale la situazione delle spiagge in modo da poter decidere se recarsi al mare con la certezza di poter accedere alla spiaggia libera. Questo permetterà di informarsi in tempo reale sullo stato di ricettività delle spiagge e di evitare sia assembramenti ai varchi di accesso sia spostamenti sul litorale quando non ci sarà disponibilità di posti. 

Pedonalizzeremo anche più di 4 chilometri e realizzeremo una pista ciclabile che di fatto permetterà di spostarsi in bicicletta dal Porto Turistico di Roma fino alla Rotonda di fronte a via Cristoforo Colombo. Sono state individuate grandi aree di parcheggio che consentiranno ai visitatori di parcheggiare la propria auto e spostarsi lungo il litorale prendendo la bicicletta o il monopattino elettrico tramite servizi di sharing. Un Piano Strategico Stagione Balneare 2020 con il quale sono state individuate una serie di azioni e misure che mirano ad un controllo diretto delle spiagge libere da parte del Comune di Roma. 

La linea per la redazione di questo Piano è stata quella di consentire il libero accesso ai cittadini, garantendo la sicurezza sia sull’arenile sia fuori dalle spiagge. Per questo ci saranno persone addette al controllo a bordo di un Quad, che percorreranno le spiagge e il litorale in tutta la sua lunghezza, dal Porto Turistico di Roma alle spiagge di Capocotta, impedendo eventuali assembramenti sull’arenile. Buon sole!

venerdì 22 maggio 2020

Quando una pista è così bella se ne dovrebbe parlare di più. E’ il percorso ciclabile di Tor di Quinto.

Le cose ricominciano a funzionare e grazie al controllo gli interventi sul verde vengono effettuati - bene - quando ce ne è bisogno. 

Chissà se qualcuno ha voglia di scriverlo. Dice il mio collega Angelo Diario che ‘è giusto criticare quando le cose vanno male, è altrettanto giusto raccontare quando invece finalmente si intraprende la giusta via’. Come dargli torto? #VirginiaRaggi2021 

sabato 2 maggio 2020

Ad Ostia apre il primo Mercato Sociale di Roma Capitale

Apre il primo ‘supermercato che combatte la povertà’ di Roma Capitale dove chi ha bisogno potrà fare la spesa gratis.

Abbiamo riconosciuto il diritto al cibo a chi ha una permanenza di condizioni di povertà alimentare. La povertà è in continua crescita e un negozio di riferimento in cui distribuire le ‘Provviste di cittadinanza’, un posto speciale, pensato per chi non può permettersi di pagare la spesa, dopo e durante questa emergenza, è moralmente opportuno ed un vincolo a cui non si può rinunciare.

 La ‘Centrale Operativa della Solidarietà’ municipale in questi giorni ha aiutato migliaia di persone e ci siamo resi conto che quello che è successo detta le condizioni, vedi crescere il numero dei bisogni da soddisfare, giorno dopo giorno, e pensi che serve un patto con la gente, perché dove il sostegno diventa per alcuni un diritto e per altri un dovere, l’amministrazione ha un’opportunità. Il cliente del mercato dove si compra senza soldi riceve una tessera per pagare la spesa ma una volta finiti i punti a disposizione li può ricaricare tramite ore di volontariato, da prestare secondo le proprie possibilità, competenze e predisposizioni.

Il sostegno non dura per sempre. Stiamo parlando di un progetto di inclusione sociale e di sostegno alla povertà - quindi i punti che sostituiscono i soldi possono essere 'spesi' nelle strutture sempre e comunque - poi, se i partecipanti al progetto vogliono, possono prestare ore di lavoro socialmente utili alla comunità. Nessun obbligo. Tutto su base volontaria. Chi può e vuole oltre alle 5 ore settimanali di volontariato verrà accompagnato in un percorso formativo utile ad inserirsi nel mondo del lavoro. La persona o il nucleo familiare che rientrano in determinati parametri di reddito si portano a casa alcuni prodotti, ovviamente in modo morigerato e con alcuni vincoli.

I soldi finiscono la loro funzione e un pacco di pasta vale un punto, la marmellata cinque, il sapone sei e i pannolini uno. Più la ‘provvista di cittadinanza’ è necessaria e meno per il mercato ha valore. Stai pensando che abbiamo creato un mondo al contrario? E’ possibile.

Sarà una rete solidale composta dalle eccedenze della grande distribuzione, da piccoli commercianti, da Roma Capitale e dal recupero degli sprechi alimentari. Raggiungerà anche i cosidetti invisibili tramite le parrocchie del quartiere. Per ospitare tutto questo abbiamo messo a disposizione tre negozi all’interno del mercato rionale di via dell’Appagliatore che saranno aperti durante l’orario di esercizio. Non potevamo aspettare un giorno di più.

Qualcosa sta cambiando e noi non ci siamo mai tirati indietro davanti alle nostre responsabilità.

giovedì 16 aprile 2020

Stagione balneare a rischio per colpa del Covid 19?

Voglio fare con voi una riflessione sull'apertura delle spiagge. Roma ha quasi tre milioni di abitanti che quando arriva il caldo si riversano in buona parte sul litorale. Quasi 300 mila abitanti sono residenti nel Municipio. 

L'accesso al mare di Roma è garantito da tre arterie (Cristoforo Colombo, via del Mare e dalla strada che collega l'aeroporto a Fiumicino, naturalmente anche dal trenino che parte da Piramide). Parliamo di milioni di utenti e la maggior parte nel fine settimana. La domanda è: chi decide chi può arrivare sul litorale e chi no? Per non parlare dell'assistente ai bagnanti che in caso di emergenza deve fare interventi che non possono rispettare la distanza prevista. La vedo dura. Voi cosa ne pensate?

domenica 12 aprile 2020

Buona Pasqua a tutti

Oggi è un giorno importante per lo sport a casa Ferrara - sta per terminare il primo game dei campionati di tennis da balcone - siamo sotto di due set. Qualcosa bisogna inventarsi per resistere. Buona Pasqua a tutti. 🇮🇹

giovedì 9 aprile 2020

Contro il Covid-19 abbiamo messo in campo tutte le forze

Abbiamo trasformato l'Aula consiliare nel supermercato della solidarietà. Sul mare di Roma abbiamo messo in piedi una macchina da guerra contro questo maledetto virus. Con la Protezione Civile, la Guardia di Finanza, il Municipio (i consiglieri di maggioranza e opposizione) e tanti volontari. Tutti insieme. Non lasciamo indietro nessuno.

La solidarietà non si ferma, chi può continui a donare decimo.operativo@gmail.com