domenica 18 febbraio 2018

In questi giorni voglio raccontarvi del nuovo Piano di Utilizzazione degli Arenili



Partiamo dall'Ambito 3 che comprende la maggior parte delle spiagge libere di Roma Capitale. La legge prevede per assegnare una concessione, e non una convenzione come hanno fatto le vecchie amministrazioni, la necessità di approvare un piano degli Arenili in modo che i vincitori del bando possano pagare il canone demaniale alle casse di Roma Capitale e rispettare le norme previste. Questo con le precedenti amministrazione non è mai successo e per le mancate entrate le forze dell'ordine continuano ad indagare.

Tornando a quello che sta facendo questa amministrazione possiamo dire che queste spiagge libere, attraverso un regolamento molto stringente che presto verrà approvato in aula Giulio Cesare, avranno la massima tutela ambientale e che verranno destinate alle seguenti attività:

1. Accoglienza per animali da compagnia (la legge impone questo già dalla stagione 2018)
2. Attività socio-ricreative, culturali e didattiche
3. Campi scuola

Ci saranno tutti i servizi necessari come l'assistenza a mare per il salvataggio e solo in determinate aree, segnalate nell'immagine con delle righe verdi trasversali, troverete la possibilità di affittare attrezzature da mare come sdraio e lettini e piccole strutture per la somministrazione di alimenti e bevande. Le restanti aree saranno invece libere e completamente fruibili da tutti i cittadini.

Nei prossimi giorni vi descriverò le piccole strutture pensate dall'Amministrazione per i chioschi bar del futuro. Vi ricordo che gli attuali chioschi sono risultati tutti abusivi. Lo so vi state chiedendo: come hanno fatto per anni i partiti, quelli che dicono di essere competenti, ad assegnare spiagge con strutture completamente irregolari, non autorizzate e contrarie alla legge?

Per rispettare le norme che per troppo tempo sul litorale sono state calpestate bisognerà approvare il Piano di Utilizzazione degli Arenili che comprende tutto questo e soprattutto la volontà di ripristinare decenza e rispetto per i proprietari delle spiagge che sono i cittadini romani. Nel frattempo per la stagione in corso, in modo responsabile, Roma Capitale gestirà le spiagge libere, con eventi sportivi serali assicurando tutti i servizi necessari.

E' un grande sforzo per l'amministrazione, uno sforzo necessario per la continuità dei servizi mentre proseguono le inchieste che sono il frutto delle gestioni fallimentari delle precedenti amministrazioni e in alcuni casi di una gestione criminale di un bene comune. Ci hanno lasciato questo ma in meno di due anni abbiamo dato un futuro al litorale e siamo determinati a portare a termine le nostre azioni. Nei prossimi giorni vi spiegherò cosa stiamo facendo negli altri 11 ambiti.

Una rivoluzione a 5 stelle all'insegna del coraggio. Noi lo abbiamo, e tu?