martedì 27 febbraio 2018

Il messaggio è chiaro e gli italiani ora possono scegliere di cambiare. Forza!



Aiutatemi a condividere. Ecco chi proporrà Luigi Di Maio come Ministro dell'Ambiente. Il Ministero dell’Ambiente come ministero centrale in un futuro governo del MoVimento 5 Stelle non poteva mancare. La scelta di un servitore dello Stato è la conferma che c'è solo una speranza per cambiare questa nazione.

Da una parte il condannato per frode fiscale Berlusconi che pensa a ministri impresentabili del calibro di Sgarbi o il fallito Renzi, traditore del popolo italiano pronto a nominare tramite l'amico Gentiloni, ancora una volta, un conflitto di interessi vivente come Maria Elena Boschi. Le scelte fanno la differenza. Nelle scelte si può vedere il futuro e la pulizia necessaria all'interno di un sistema corrotto che cerca in tutti i modi di resistere.

Questa è la volta buona. Vanno a casa! 

Il Generale di Brigata dell’Arma dei Carabinieri Sergio Costa, comandante della Regione Campania dei Carabinieri forestali.

E’ laureato in Scienze Agrarie, master in Diritto dell’Ambiente e specializzato in investigazioni ambientali, da sempre impegnato nel contrasto alle ecomafie e al clan dei Casalesi. Ha scoperto la più grande discarica di rifiuti pericolosi di Europa seppellita nel territorio di Caserta mettendo a nudo gli opachi rapporti delinquenziali nell’ambito dei rifiuti tossici. Ha anche scoperto la discarica dei rifiuti nel territorio del Parco Nazionale del Vesuvio. Inoltre ha operato attivamente nell’ambito di indagini internazionali sempre nell’ambito di traffico illecito di rifiuti nocivi. Ha collaborato con la Direzione Nazionale Antimafia nello svolgimento di analisi investigative ambientali sull’intero terrIl messaggio è chiaro e gli italiani ora possono scegliere di cambiare. Forza!