giovedì 1 febbraio 2018

A Nuova Ostia in spiaggia anche di sera




Illuminazione, sicurezza e pulizia per la stagione balneare 2018 Un nuovo modo di vivere la spiaggia con un accesso che sia insieme più sicuro e attento al bello. Sarà possibile grazie a una delibera di iniziativa consiliare, da me appena depositata, che mira a rendere fruibile il lungomare e le spiagge di Ostia, anche nelle ore serali, con un’adeguata illuminazione pubblica e un’accurata pulizia delle spiagge libere nella parte centrale del Lido di Ostia.

Per facilitare il lavoro delle forze dell’ordine nella tutela e la vigilanza di un tratto di territorio, tra i più sensibili sul fronte sicurezza, nonché assicurare l’attività sugli arenili risulta necessario prevedere l’installazione di impianti di illuminazione che consentano di vivere la spiaggia in modalità ‘non-stop’ da maggio a settembre.

Una spiaggia illuminata e dotata aree sportive che consentirà a cittadini e turisti di godersi il mare e di giocare a beach volley, a beach tennis, a beach soccer o di praticare skateboarding fino a tarda sera. Rispondiamo a una richiesta che, da lungo tempo, viene dai turisti, dagli operatori commerciali e ovviamente dai cittadini. Illuminazione, sicurezza e pulizia accompagneranno dunque la stagione balneare 2018. Per gli eventi chiediamo inoltre indirizzi specifici che contribuiscano all’individuazione delle aree in particolare per quanto riguarda “Sport in Spiaggia dopo il tramonto” e “La spiaggia a tutte le ore”.

Le aree sportive non potranno superare il 20% della superficie della porzione di arenile soggetto a ospitare le’ attrezzature di facile rimozione’ necessarie alla pratica delle attività sportive. Tali aree potranno essere ampliate solo con regolare autorizzazione degli uffici competenti e per eventi di particolare rilevanza.

Vogliamo infine che tutti gli eventi in corrispondenza delle spiagge libere siano supportati anche tramite la pedonalizzazione parziale dell’ambito ‘fronte mare’. La creazione di piccole isole pedonali, oltre a favorire l’accesso alle spiagge, persegue il modello di lungomare che l’amministrazione vuole per la città: un luogo privilegiato di centralità sociale dove si consolida la fruibilità di prassi sportivo- culturali – educative centrate sul divertimento e l’incontro in un’ottica di coesione e inclusione sociale