mercoledì 28 febbraio 2018

Sono gli assassini politici di una comunità chiamata Alitalia

Come non essere d’accordo con Luigi Di Maio su Alitalia. Prima metterla a posto e eventualmente, valutate le condizioni, parlare con Lufthansa. Non come questo governo che se la vuole togliere dalle mani. Molti dipendenti Alitalia vivono a Roma, tanti nel mio Municipio.

Da Berlusconi a Gentiloni passando per Renzi i governi hanno spolpato una delle aziende più importanti del paese e di Roma. Vi voglio raccontare una cosa: mio padre ha lavorato 35 anni per Alitalia. Mi ha raccontato di come era bella e di come i politici l'hanno depredata.

Mi ha raccontato di come fosse una grande famiglia e di come loro, tutti i dipendenti, erano fieri di lavorare per la compagnia di bandiera. A tutti i dipendenti non hanno tolto solo il lavoro ma anche la dignità.