giovedì 11 ottobre 2018

Finalmente a Ostia non c’è spazio per la criminalità

Quanto silenzio c'è stato in questi anni? Mentre continua l’indagine penale arriva un duro colpo al clan degli Spada a cui vengono sequestrati 19 milioni di euro di beni. Ennesima dimostrazione che lo stato è presente. Sono 29 le attività economiche che vedono il provvedimento di sequestro di 18 società, complessi aziendali, case, esercizi commerciali, quote societarie e addirittura associazioni culturali.

Ci sono bar, ristoranti e distributori di carburante, sale slot che dimostrano gli investimenti nel settore del gioco e delle scommesse, quattro immobili di pregio e tre ville. Tutto questo è la dimostrazione più evidente, secondo la Procura, delle attività criminali che hanno segnato l’ascesa del can su Ostia. Ora questi beni devono tornare ai cittadini del Municipio che per anni sono stati derubati da questi criminali.

Dobbiamo ringraziare, per l’operazione la Guardia di Finanza e il Tribunale di Roma. Le istituzioni insieme contro l’illegalità. Finalmente a Ostia non c’è spazio per la criminalità e si può cominciare a guardare al futuro. C’è ancora molto da fare, non ci fermiamo e #NonAbbassiamoLoSguardo