martedì 16 dicembre 2014

Assenza, silenzio e responsabilità

Prima di #MafiaCapitale abbiamo raccolto più di 1700 firme a supporto di questa delibera per il CONTRASTO ALLA MAFIA. Nonostante abbia ricevuto parere favorevole dal Direttore del Municipio fino ad oggi nessuno ne parla. Anche per questa ASSENZA e per questo SILENZIO sono responsabili. Chiediamo poche cose ma chiare:

l’obbligo (e non solo la facoltà oggi prevista) per contratti o appalti del valore pari o superiore 50 mila euro di rivolgere, per le imprese coinvolte, richiesta di informazione al Prefetto anche se si tratta di importi inferiori alla soglia comunitaria.

- l’obbligo d’inserire in tutti i disciplinari di gara la facoltà del Municipio di recedere unilateralmente dall’appalto senza corrispettivo per l’appaltatore, nonché l’obbligo di recedere senza ritardo anche nei casi in cui l’informativa
prefettizia sull’esistenza di tentativi d’infiltrazione mafiosa sopravvenga dopo l’avvenuta stipula del contratto ed anche ad opere in parte già realizzate o a forniture in parte eseguite.

- infine, anche nel caso di appalti o contratti non superiori 50 mila euro, l’obbligo da parte del Municipio e delle società partecipate di escludere dalla gara, o non procedere alla stipulazione del contratto, o di recedere dallo stesso quando sia già in esecuzione, se e quando siano state poste nelle condizioni di acquisire la documentazione o le informazioni ufficiali concernenti l’esistenza di provvedimenti assunti dall’autorità giudiziaria o secondo le diverse competenze dal Questore relativamente ai reati di mafia.