mercoledì 10 giugno 2015

Esposito: una vergogna infinita

Questo individuo è il senatore Esposito badante del partito democratico di Ostia, partito che è stato definito da loro stessi pericoloso. Ancora una volta infanga il movimento locale sui canali nazionali per coprire gli affari del suo partito con Buzzi e Carminati. Parla delle ombre che riguardano il Porto di Roma e si dimentica gli accordi del Pd per favorire il proprietario con lo spostamento della caserma dei vigili. Si riempie la bocca parlando dei Triassi e nasconde come potrebbero essere arrivati a gestire gli arenili, chissà se ha visto la famosa foto scattata durante l'inaugurazione della spiaggia dove qualcuno del suo partito che ancora esercita funzioni pubbliche posava in compagnia di Vito Triassi e Alfredo Colaci. Inventa e descrive situazioni collegate a ordini del giorno di solidarietà che nulla centrano con il clan degli Spada che abbiamo denunciato più volte con i nostri video senza chiedere la scorta. Considerarlo un bugiardo forse è poco. Prima di dire che noi abbiamo una sudditanza con certi ambienti vada a vedere il lavoro svolto nel municipio in questi due anni dal Movimento Cinque Stelle, guardi chi ha proposto le delibere contro la mafia e chi ha presentato documenti per combattere l’illegalità. Controlli chi non si è mischiato con questo lerciume. Si documenti su quanto siano stati sudditi i suoi amici del partito locale che ancora oggi frequenta e che sono gli stessi che giravano la testa dall’altra parte mentre noi occupavamo il consiglio per lo scempio delle spiagge. Gli stessi che hanno definito inopportuna la mia denuncia quando i personaggi di mafia capitale, anche dopo i primi arresti, in modo spregiudicato, erano accolti a braccia aperte nelle sale municipali. Amici suoi che se avessero un minimo di dignità, aprirebbero la bocca per raccontare il disgusto che tutti in questo momento stiamo provando per le sue affermazioni.