domenica 25 marzo 2018

ll M5s butterà giù il lungomuro



Sembrerà strano ma proprio all’indomani dell’avvio dei lavori per l’abbattimento dei chioschi ABUSIVI sulle spiagge di Ostia, un quotidiano nazionale stamattina si sente in dovere di mistificare la realtà. Innanzitutto si fa confusione sul lungomuro e gli abusi edilizi.

L’articolo non fa menzione del fatto che stiamo demolendo i chioschi. Come mai? Perché lascia intendere ma non chiarisce. Parla di incontri a porte chiuse che in realtà erano pubblici. Racconta di noi ma non degli stessi incontri avuti dalle altre forze politiche con le stesse persone. Perché non ne parla? Perché non si dice che si incontravano a porte aperte persone che ricoprivano un ruolo per il quale confrontarsi con loro era necessario?

Veniamo alla verità. Stiamo abbattendo i chioschi che venivano dati in concessione alle cooperative con bandi illegittimi e per cui nessuno ha mai pagato un centesimo di concessione demaniale a Roma Capitale. Nemmeno una parola su questo. Stiamo combattendo la Mafia. Credo che la Mafia si combatta meglio se si è compatti. Ma questa è solo una mia riflessione personale e ognuno è libero di alzare ben altri muri e rimanere ancorato alle proprie ideologie.

Voglio spiegare ai cittadini brevemente cosa sta succedendo davvero. Stiamo abbattendo i chioschi abusivi. L’iter per le costruzioni abusive, ora nella piena disponibilità di Roma Capitale, è più veloce.

Stiamo lavorando per abbattere il lungomuro. In questo caso il percorso è più lungo perché servono alcuni strumenti "urbanistici" e non tutte sono strutture abusive. Ma stiamo andando avanti. Lo butteremo giù. Insieme a voi. Un'altra cosa ancora sono gli abusi sugli stabilimenti balneari per cui l'amministrazione sta procedendo alle revoche delle concessioni, affrontando tutti i ricorsi, che rallentano enormemente il nostro operato. Confesso di non capire quanti stanno attaccando a testa bassa il lavoro che stiamo portando avanti. Stanno difendendo qualcuno?